Cibo e nuove piante - Ippocraterosa

Ippocraterosa
Magazine di medicina, salute e benessere
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cibo e nuove piante

Nuove varietà di piante
per sfamare l'umanità
Il fabbisogno di cibo nel mondo sta crescendo in maniera esponenziale e ci si chiede come problemi globali quali l'aumento della popolazione, la riduzione del suolo coltivabile, i cambiamenti climatici potranno essere affrontati e risolti nei prossimi decenni.
Al CNR di Roma oltre cento scienziati, provenienti da ventotto Paesi, si sono incontrati per discutere di questi argomenti e per lanciare il Progetto UE- COST iPlanta, dove l'Italia è nazione capofila.
Solo un'agricoltura più tecnologica potrà garantire nel mondo la maggiore richiesta di cibo, coltivando nuove varietà di piante, più produttive e al tempo stesso più sicure, riducendo anche l'impatto ambientale dei prodotti chimici oggi ampiamente usati in quasi tutti i sistemi agricoli.
Creando piante resistenti senza fare uso di agrofarmaci, potranno essere neutralizzati virus, insetti e altri agenti patogeni.
“Questa tecnica - fa presente il professor Bruno Mezzetti, responsabile del Progetto europeo COST iPlanta - sfrutta i meccanismi di difesa delle piante e ne modifica il metabolismo con il silenziamento dei geni, grazie all'Rna”.
Pubblicato il 20 marzo 2017
Raffaella Doyle
Torna ai contenuti | Torna al menu